Il mio cavallo può rendermi malato?

Coloro che lavorano più a stretto contatto con i cavalli sono maggiormente a rischio di malattie zoonotiche. Alina Solovyova-Vincent / Getty Images

Riesci a prendere malattie o malattie dai cavalli? La risposta è sì, c'è un rischio molto piccolo che tu possa prendere una malattia dal tuo cavallo. Ma le istanze di un essere umano infetto da un cavallo sono rare.

Virus del Nilo occidentale e encefalite equina orientale

Nella tarda estate il virus del Nilo occidentale e l'encefalite equina orientale fanno notizia. Entrambi i virus colpiscono uomini e cavalli. Cavalli e umani non sono ospiti del virus.

Sia il WNV che l'EEE sono trasmessi ai cavalli e agli esseri umani (e ad altri animali) dalle zanzare. Le zanzare mordono gli uccelli infetti da questi virus e li trasferiscono a cavalli e umani. I padroni di casa per WNV sono uccelli come ghiandaie, corvi e corvi. Gli uccelli selvatici sono l'ospite di EEE. Non puoi ottenere EEE o WNV dal tuo cavallo, anche se è stato infettato.

I proprietari di cavalli che vivono in aree dove EEE e WNV sono prevalenti dovrebbero far vaccinare i loro cavalli. Entrambe le malattie possono essere fatali per il cavallo e la migliore protezione è la vaccinazione. Il veterinario può raccomandare quando e quanto spesso si dovrebbe vaccinare. Puoi anche aiutare a proteggere te stesso e il tuo cavallo adottando misure per ridurre ed evitare le zanzare.

Altri rischi virali e batterici

Nel 1994 diversi allevatori di cavalli in Australia si ammalarono dopo aver lavorato con cavalli con sintomi simili alla polmonite. L'infezione è stata trovata essere causata da morbillivirus equino e ribattezzata Hendra Virus.

Si ritiene che il virus Hendra venga trasferito attraverso fluidi corporei. I conduttori entrarono in contatto con sangue, muco o feci dei cavalli ammalati e furono essi stessi infettati. L'host di HeV è un moscerino della frutta o una "volpe volante" originaria dell'Australia. Ma il trasferimento cavallo / uomo di un'infezione come questa è raro.

Altri rischi sono:

  • antrace
  • brucellosi
  • salmonellosi
  • criptosporidiosi
  • leptospirosi
  • yersiniosi
  • campylobacter
  • coli

I veterinari e gli addetti alla carne sono più a rischio . L'antrace è ben noto in connessione con la guerra biologica. Tuttavia l'avvelenamento da antrace dovuto al bestiame è improbabile. Secondo il Center for Disease Control and Prevention, nessuna incidenza umana di antrace si è verificata da nessuna fonte nel 2000, sebbene 53 allevamenti di bovini siano stati posti in quarantena per l'antrace.

Rabbia

La rabbia può influenzare il sistema nervoso di tutti i mammiferi. Di solito la trasmissione avviene attraverso un morso, dove la saliva entra nella ferita aperta. I cavalli con rabbia saranno insolitamente nervosi, hanno convulsioni e saranno incontrollabili. La morte presto segue. I cavalli devono essere vaccinati per la rabbia come raccomandato dal veterinario. Secondo i rapporti del Center for Disease Control ci sono stati 51 casi nel 2001 di cavalli, asini o muli di rabbia negli Stati Uniti.C'era un caso umano e non era legato all'equine. In Canada solo 10 cavalli avevano la rabbia e non sono stati segnalati casi umani.

Parassiti

La tricofitosi è causata da funghi, è molto contagiosa ma non è veramente parassitaria come suggerisce il nome. È possibile ottenere tigna se hai gestito un cavallo (o un altro animale domestico) con la condizione.

La tigna si presenta come macchie rosse rotonde che sono trasandate e pruriginose.

La rogna è una condizione della pelle causata da piccoli acari che prendono in prestito sotto la pelle. I cavalli possono ottenere due tipi di rogna; uno che scava nella pelle e uno che vive in superficie. Gli acari possono mordere gli esseri umani, causando un prurito. I pidocchi sono a volte visti in condizioni affollate mal tenute. Gli esseri umani non sono ospiti per i pidocchi che colpiscono i cavalli, anche se potresti essere morso. Se sospetti che il tuo cavallo abbia rogna o pidocchi, chiama il veterinario per i consigli.

Con tutte le condizioni del parassita e della pelle, è scrupoloso riguardo alla propria igiene e chiedi al veterinario delle precauzioni che puoi adottare per prevenire il trasferimento umano. Lavati le mani dopo la cura, la raccolta dello zoccolo o l'espulsione.

Allergie

Mentre le allergie non sono davvero qualcosa che puoi catturare dal tuo cavallo, possono rendere meno divertente il fatto di essere intorno ai cavalli.

Se sei allergico al tuo cane o gatto, potresti essere allergico al tuo cavallo. I cavalli hanno il pelo della pelle proprio come gli altri animali domestici pelosi. Se le allergie divampano quando entri nella stalla, le polveri e le muffe della lettiera e del fieno potrebbero essere i colpevoli. Sfortunatamente, è impossibile rimuovere completamente la polvere e le muffe dai granai, quindi considera di sellare all'aperto. Prova a indossare una maschera mentre lavori nella stalla.
Governare il tuo cavallo può sollevare sporcizia irritante e pungere. Indossare una maschera e considerare di chiedere a qualcuno senza allergie di dare una mano. Alcune razze possono avere meno probabilità di causare reazioni allergiche. Il Bakshir Curly è una razza preferita da coloro che vogliono godersi i cavalli ma hanno allergie.

  • Bibliografia:

    Selvey, Linda A. "Infezione di uomini e cavalli da un morbillivirus appena descritto. (Med J Aust 1995; 162: 642-645) (Abstract)." JAMA, The Journal of American Medical Association 274. n15 (18 ottobre 1995):

    Minacce microbiche alla salute: emergenza, rilevamento e risposta di Smolinski, Mark S.; Amburgo, Margaret A.; Lederberg, Joshua.

    Hayes, M. Horace, Note veterinarie per proprietari di cavalli, 17a edizione, Simon & Schuster, New York, 1987.